Laser Dentale

Uso del Laser in Odontoiatria

Quanti di voi, al solo pensiero di andare dal dentista, si sentono terrorizzati e decidono di non presentarsi all’appuntamento? Solitamente immaginiamo il nostro dentista vestito di bianco, con in mano un enorme trapano rumoroso, che si avvicina lentamente alla nostra bocca. Ecco, da oggi questa immagine non esiste più!

laser_dentale

Finalmente l’Odontoiatria moderna ha trovato un validissimo e tecnologico collaboratore: il Laser.

Uno strumento di altissima precisione, che permette di intervenire sui denti e sulle gengive, in modo meno invasivo, rispetto al caro e tradizionale trapano.
La fibra luminosa monocromatica colpisce solo il tessuto danneggiato ed infiammato, senza coinvolgere le altre parti della bocca.
In Italia, i primissimi laser, vennero introdotti all’inizio degli anni 90, ma solo nell’ultimo periodo sono stati realizzati dei laser veramente efficaci, in grado di garantire risultati eccellenti.

La versatilità del laser ha assicurato maggiore comfort al paziente, risultati migliori agli specialisti ed obiettivi del tutto inimmaginabili nel campo della Medicina.

Il laser è veramente la nuova frontiera dell’odontoiatria moderna!

Ma vediamo, ora, nello specifico di cosa si tratta e quali vantaggi ha apportato in Chirurgia Odontoiatrica.

Laser: uso e vantaggi

Il laser (Letteralmente Amplification Stimulated Emission Radiation) è un dispositivo tecnologico in grado di emettere un raggio di luce di un unico colore, ad elevata concentrazione energetica, tramite l’emissione stimolata di radiazioni.

L’energia concentrata del laser riesce a vaporizzare, a tagliare e a modellare un tessuto, sia molle che duro. 

Esistono diverse tipologie di laser, applicabili in vari campi (civile, industriale, commerciale, fisico e soprattutto medico), a seconda delle rispettive lunghezze d’onda.

Alcuni laser, come quello a Diodi, possono lavorare solo sui tessuti molli (gengiva o mucosa), altri, come il laser ad Erbio, possono lavorare, invece, sia sui tessuti molli che sui tessuti più duri (ad esempio: dente ed osso).

Quando il laser viene utilizzato per procedure chirurgiche, agisce come un vaporizzatore; quando, invece, viene utilizzato per “curare” un’otturazione, rafforza il legame tra il materiale impiegato ed il dente stesso; e quando viene utilizzato nello sbiancamento dentale, potenzia l’effetto degli agenti sbiancanti.

I vantaggi di tale strumento sono molteplici, vediamone solo alcuni:

  • in caso di piorrea il raggio laser riesce a penetrare in profondità nelle tasche parodontali, stimolando la rigenerazione dei tessuti gengivali e velocizzando i tempi di guarigione;
  • in caso di devitalizzazione decontamina i canali radicolari;
  • durante il trattamento laser non è necessario ricorrere a tagli o a punti di sutura, quindi il sanguinamento è ridotto al minimo;
  • è un trattamento indolore, che non prevede l’uso dell’anestesia;
  • l’elevato effetto antibatterico, permette di ridurre il rischio di infezione post intervento;
  • riduce la mobilità dei denti;
  • permette di trattare le lesioni cariose e di eliminare lo strato di tartaro accumulatosi nel tempo. Infatti il raggio laser vaporizza, senza alcun dolore o vibrazione, la carie, riducendola in pulviscolo. Una tecnica ampiamente utilizzata con i bambini, che in questo modo non sono sottoposti ad alcun possibile trauma, da parte del tradizionale trapano;
  • il trattamento laser attiva il processo di sbiancamento dentale, garantendo risultati più profondi, ma soprattutto più duraturi;
  • il laser è anche molto utilizzato in implantologia per decontaminare il sito di inserimento;
  • limita l’ipersensibilità dentale, soprattutto dopo aver effettuato otturazioni profonde;
  • permette di curare tempestivamente l’herpes labiale e le afte;
  • il trattamento laser permette di rimuovere anche iperplasie e frenuli labiali.

Quando non deve essere usato il laser?

È bene non utilizzare il raggio laser:

  • sui denti otturati;
  • nella rimozione di corone difettose;
  • nella preparazione dei denti per l’applicazione di un ponte;
  • nella rimozione delle otturazioni in argento.

Il laser può essere usato sui bambini?

Di solito il laser viene utilizzato principalmente con i bambini, proprio perché è un trattamento indolore e mini-invasivo. I bambini sono più tranquilli se non vedono strumenti pericolosi, come un trapano o un bisturi; ed inoltre, spesso, sono anche un po’ incuriositi nel vedere uno strumento così moderno come il laser.

Non dimentichiamo che è fondamentale curare i dentini da latte dei nostri piccoli, in quanto sono il presupposto della loro salute orale.

Il trattamento laser è anche molto consigliato alle donne in gravidanza, alle persone che soffrono di patologie cardiocircolatorie e a tutti coloro che non vogliono sottoporsi ad un’anestesia o che soffrono di odontofobia.

Finalmente andare dal Dentista è diventata una vera e piacevole passeggiata!


Dott. Raffaello Bernini

Sede: Via Monte Ortigara, 25B - Verona

declino responsabilità | privacy

info@studiodentisticobernini.it

AVVISO: Le informazioni contenute in questo sito non vanno utilizzate come strumento di autodiagnosi o di automedicazione. I consigli forniti via web o email vanno intesi come meri suggerimenti di comportamento. La visita medica tradizionale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico.

©2016 Tutti i testi presenti su questo sito sono di proprietà del Dott. Raffaello Bernini .
Ultima modifica: 27/06/2016

www.Dentisti-Italia.it

© 2016. «powered by Dentisti Italia». E' severamente vietata la riproduzione, anche parziale, delle pagine e dei contenuti di questo sito.